Salta al contenuto

A mia figlia che ha cambiato il mondo e alle figlie di tutti noi

Guardo il tuo corpo e lo immagino tra vent’anni, quando sarai così distante da me da non farmelo più accarezzare. Ascolto le tue parole, già così competenti e immagino di sentire i tuoi racconti quando non ci sarò più io a fare da scudo tra te e il mondo. Ti osservo e ho paura per te, più di quanta non ne abbia avuta per i tuoi fratelli. Eppure sei tu che mi hai insegnato a pretendere per me non meno di quello che avrei desiderato per te. Sei tu che hai cambiato il mio mondo nel momento preciso in cui sei nata, molto prima del termine stabilito, e con una forza dirompente hai lottato da sola per la tua vita.
Non smettere mai di farlo, amore mio, perchè il mondo che ti lasciamo ha ancora tanto da cambiare.
Non arrenderti mai alle parole ed agli ostacoli contro cui ti scontrerai.
Abbi sempre il coraggio di inseguire i tuoi sogni, per quanto incomprensibili possano apparire.
Non ti sminuire e non accontentarti, pretendi sempre più di quello che ti viene offerto.
Ama sempre con cura e passione, ma solo chi è in grado di meritarselo e se riceverai meno di quello che dai allora non perdere tempo, non ne vale la pena.
Il tuo tempo è prezioso, non regalarlo.
C’è solo una ragione per cui vale la pena affrontare tutto questo, l’amore. Cercalo in ogni passo ma non illuderti mai di averlo già trovato. Capirai di essere felice quando non riuscirai più a muoverti da dove sei e tutto quello di cui hai bisogno è il viso della persona che hai di fronte.
Buona caccia al tesoro piccola mia. Sei tu che scegli, tu che vinci!

contributo creativo alla Giornata contro la Violenza sulle donne, 25 Novembre 2020

tutti i contributi sono pubblicati a questo link https://contame.org/25-11-2020/

la foto di copertina è dell’Autrice

Pubblicato inGenerale

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *