Salta al contenuto

A primavera

Prati in fiore sotto un cielo senza nubi
Giocare a far l’amore e sognare di esser soli
Nei vicoli dove il sole non riscalda
Baci rubati nascosti dai passanti
Mi lasciavi sempre la , in quella via che ascoltava le nostre parole, ci sentiva litigare e fare la pace, scappavo dalla calamita dei tuoi occhi che mi attraeva a te, più forte della rabbia che ti respingeva. E poi dimenticare e tornare ancora insieme….”E non ci lasceremo mai “”cantava qualcuno vedendoci passare…
Mi hai scosso l’anima
Mi è franato il cuore.
A primavera lo ritrovai , occhieggiava tra le margherite.

Pubblicato inAmore

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *