Salta al contenuto

A Raffa Nostra

A Raffa nostra
Te ne sei annata come ‘na farfalla
senza rumore senza ‘na parola
nisuno che riesce ad acchiappalla
le ali variopinte sbatte e vola
Mi madre t’aspettava come er treno
e quele sere apparecchiava presto
perché co’ te rideva senza freno
e pure quarche lacrima ner cesto
Adesso balli ‘nzieme co’ San Pietro
cor tuca tuca je fai gira’ la testa
e tutt’er Paradiso farà festa
pe’ questo nun te rimanna indietro
e noi ch’adesso semo ‘n po’ più soli
guardamo ‘n cielo sicuri che te voli.
CarCe

149
Published inDonne

Sii il primo a commentare