Salta al contenuto

Ancora mi capita di pensarti

Ancora mi capita di pensarti. Me ne sorprendo io stessa. Ho passato anni ad oscurare il tuo ricordo. Mi sono imposta la tua assenza, ho dovuto ripensare a me senza la tua presenza .
Ho dovuto fare a meno della tua fisicità, della tua pelle, della tua faccia, quegli occhi che accarezzavano i miei con il tocco vellutato di chi ti ama, di chi ti protegge. Il mio spazio vitale comprendeva anche te, non mi muovevo se non con te accanto. Ci aiutava la giovinezza, quella spensierata gioia di vivere e al contempo i momenti bui in cui sprofondare, perché c’era sempre qualcosa da rincorrere e sogni irrealizzabili. Eppure quel tempo di cui non abbiamo più diritto di godere una seconda volta , poteva portarci in un attimo alle stelle e l’attimo dopo nello sconforto più totale. Avemmo mille possibilità, si aprivano tante porte eppure , eppure non riuscimmo a cogliere la vera essenza di quei giorni irripetibili. Eri ombroso, leggero e sorridente, ma inseguivi i tuoi pensieri più neri. Mi gettavi addosso l’ombra nera della gelosia, ti tormentavi per nulla. Sapevi farmi male , ma non ti potevo più perdonare. Me ne andai senza più girarmi indietro.
Carla22gennaio2023

Pubblicato inAmore

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *