Salta al contenuto

Aprile

Mi passa l’amore tra le dita come bianca farina,
Come neve di gennaio sul balcone,
Come occhi incollati ai vetri in attesa
Di nuovi mattini, di passi frettolosi sulle scale,
Di gente che sorride, di vetrine ammiccanti,
Di coppie di amanti abbracciati, di bambini nei prati, di fontane, di auto, di treni nelle stazioni, di spiagge ed ombrelloni, di giardini ,di fiori e di vecchi affacciati ai balconi.
Aprile mette addosso la stanchezza e il sonno
Vorrei dormire cent’anni e al risveglio
Contare i fiori in sboccio, seguire gli uccelli in volo, avere nuovi occhi ma gli stessi pensieri di ieri.

52
Published inLuoghi

Sii il primo a commentare