Salta al contenuto

Baciata… dal sole

Si sa che il tempo ci avvolge vorticoso, verso una meta ignota e sconosciuta.
Quasi non abbiamo il tempo di accorgerci di quello che ci accade, momento dopo momento, ed impercettibili i cambiamenti appaiono sul volto, sul corpo e nell’anima.
Ritrovo me stessa in un vecchio paio di jeans, che un tempo calzavano a pennello, con una macchia verde.
E ritorno indietro, quando stesa sull’erba umida di un prato sorridevo al sole, caldo, di un giorno di aprile.
Era un giorno di aprile, ed un fiume scorreva.
Ritrovo me stessa in una vecchia cartolina: “Baci…”.
Quanti baci! Saporiti, intensi, freschi e allegri.
Quanti baci, ad accompagnarmi, a farmi credere in un futuro di donna.
Rivedo me stessa, protetta da un bavero alzato, di un cappotto lungo, mentre salutavo un treno, che portava via qualcosa, qualcuno, che si è perso lungo il viaggio.
Apro un taccuino, e un mondo di gioie e drammi e pianti e sorprese mi assale da fuori per portarmi dentro: Oggi sono felice, Oggi sono triste, Oggi quanto lo amo! Oggi…
Quanti oggi ho vissuto, per diventare quella che sono?

Foto di Vally

Pubblicato inLuoghi del Cuore

1 commento

  1. PierluigiDelPinto PierluigiDelPinto

    Mi sono piaciute molto queste righe. Un sospeso continui che affascina e “prende”.
    Complimenti, Vally!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *