Salta al contenuto

Come il mare

OPERA IN CONCORSO

Come il mare di Barbara Chiarini

Ci sono luoghi che ti appartengono e luoghi a cui appartieni.
Io appartengo al mare.
Anche al mio nonno piaceva moltissimo, mi ci portava sempre. Mi restava a guardare mentre nuotavo e sorrideva appena. L’ultima nostra estate insieme lui se ne stava parecchio in casa ma ogni tanto veniva sul mare e mi osservava dalla riva.
Un giorno mi disse serio. “Prova a vivere come nuoti tesoro!”
“Come nuoto nonno?”
“Come se fossi libera…”
“Io sono libera”
Così dicendo, si era avvicinato e mi aveva toccato il cuore e poi la testa.
“Libera, qui e qui… Senza paure o pregiudizi. Solo con una gran voglia di sapere. Sarà più facile incontrarlo…”
“Incontrare chi?”
“La persona che ti renderà felice. Sarà come il mare sai? Immenso, a volte prepotente e con tutto quel potere. Ma tu sarai una regina e lo saprai domare…”
“E se rischiassi di affogare?”
“No, non ti accadrà. Ti lascerai cullare da quel mare solo quando sarai sicura… E il mare… Non ti tradirà. Non avere paura…”

Pubblicato inLuoghi del Cuore

Commenta per primo