Salta al contenuto

Da un anno e mezzo

Quasi un anno e mezzo dall’inizio di questa nuova avventura che ci ha travolto, e la voglia di ritornare come prima è sempre li ferma alla porta ad aspettare.

In realtà in questi giorni stiamo parlando solamente di vaccini e passaporto vaccinale, forse quando si incontrerà qualcuno bisognerà chiedere di esibire il passaporto prima di poter iniziare a parlare insieme, o prima di permettere ai nostri figli di uscire con qualcuno di nuovo gli chiederemo il passaporto. Guelfi contro Ghibellini, vaccinato o non vaccinato, si creeranno delle ulterriori divisioni sociali, astrazeneca o Pfizer, insomma ancora una volta ci vogliono divisi. Certo perché o sei con Galli o sei con Crisanti, come da piccoli ti hanno sempre inculcato che o eri di sinistra e amavi la cultura o eri di destra ed eri fascista.

Poi ad un tratto ti accorgi che tutto questo non lo puoi dire, è troppo difficile non schierarsi ed allora anche tu come un’oca segui la massa e continui a bere il tuo caffè nella tazzina di cartone, ti abituerai a non salutare più nessuno nascondendoti sotto la tua mascherina, ti abituerai a vedere i tuoi amici su zoom, a vedere i ragazzi rinchiusi in casa come dei parassiti legati a mamma e papa, a non aver più intimità con la tua compagna ed in qualche modo anche tu inizierai a dividere la gente e non sarai più capace di ribellarti, questo non vivere ti ha già ucciso.

No! questo non può essere vero, solo frutto di una fantasia contorta e malata, noi tutti torneremo più carichi di prima, tutti uguali con idee diverse ma uniti per sempre. Uniti dalle tante emozioni che abbiamo dentro, dalla paura, dalle mille domande quotidiane e dalla voglia di tornare a vivere.

La vita sfuma veloce, ma quello che vale rimane in noi!

Pubblicato inGenerale

1 commento

  1. Gianna Gianna

    👏👏👏👏

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *