Salta al contenuto

E adesso voglio andarmene da te

E adesso voglio andarmene da te.
Ho bisogno dei tuoi occhi rassicuranti, di quell’abbraccio all’improvviso che mi avvolge le spalle, facendomi sentire piccola e indifesa, ma forte del tuo amore. Eppure voglio andarmene, fuggire senza più guardarti, evitare la tua supplica a restare, a riprovare, a riannodare da dove eravamo rimasti. Da quella prima volta nel rock di un concerto, la mia mano fredda nella tua, sentire che avveniva qualcosa che mi avrebbe cambiata per sempre.
Il rock batteva forte e batteva forte anche la paura e la voglia di ritrovarsi insieme, al buio a scambiarsi i respiri. Quella notte non abbiamo dormito, la tenerezza delle parole sussurrate, il nostro sommesso parlare di noi, fino a scoprirci nudi uno davanti all’altra ci portò fino all’alba di quel nuovo giorno. Storditi e assonnati uscimmo in strada, un bacio alla fermata del tram e ti lasciai sul marciapiede mentre con gli occhi seguivi lo sferragliare del vagone. Decisi di non vederti mai più, ma per uno strano scherzo del destino, ti ritrovai in una libreria e senza accorgermene, allungasti la mano per prendere lo stesso libro che avevo scelto. Ci guardammo divertiti e sorpresi, scoppiando all’unisono a ridere e abbracciandoci imbarazzati, mentre tutti si giravano a guardarci. Ti avrei lasciato anche quella volta, dopo due ore, ma poi eri sempre tu che volevo. Le tue mani forti mi avrebbero inchiodato al muro e non mi avresti fatto più scappare, mai più.

67
Published inAmore

Sii il primo a commentare