Salta al contenuto

E’ stata la mano di Dio

LA FRASE
“Nessuno può sfuggire al proprio fallimento.”
“La realtà non mi piace più. La realtà è scadente.”
CHI L’HA DIRETTO
Paolo Sorrentino nasce a Napoli, nel quartiere del Vomero, nel 1970.
Regista, sceneggiatore e scrittore italiano, ha diretto il film premio Oscar come miglior pellicola straniera La grande bellezza, ha realizzato This Must Be the Place, suo primo film in lingua inglese, e Il divo. È anche l’autore del romanzo Hanno tutti ragione, classificato terzo al Premio Strega.
DI COSA PARLA
Il film, autobiografico, è incentrato su Fabietto, un adolescente che conduce una vita tranquilla a Napoli con la sua famiglia, impegnato tra lo studio delle lettere classiche, i pranzi con i parenti e l’ammirazione per il suo idolo Maradona. A recidere questa serenità arriva un evento tragico, destabilizzante e faticoso da accettare, che darà al protagonista spunti da cui ripartire e nuove strade da percorrere per il suo futuro.
COSA NE PENSO
Film intimo, magico ed essenziale sui legami, sulla famiglia, sull’identità e sull’elaborazione del lutto, ma anche un racconto incredibilmente vivido di Napoli e della sua anima. Film dai codici prettamente partenopei, a volte apparentemente inaccessibili.
La tensione tra commedia e tragedia funziona, con risate sguaiate che si alternano a momenti di grande intensità. “Che tien’ a guardà? Facc ‘e cazz!”: il film è più o meno tutto in questa battuta. Una frase spontanea, pronunciata da due fratelli e un gruppo d’amici dopo la notte più devastante della loro vita.
Un insulto che si scioglie in una risata disperata, lancinante, che squarcia lo schermo, tanto è contagiosa. Una risata che spiega cos’è la vita: un morso, direbbero a Napoli, perché è rapida, netta, e poi finisce. E quindi tanto vale ridere di quant’è ingiusto il mondo, ridere del dolore, e quando le lacrime sono finite, non resta che ridere per ritornare alla vita.
Lezione che si impara ovunque? No, meglio se nasci a Napoli, oppure hai la fortuna di avere il tuo migliore amico che ci ha vissuto una vita.
Da vedere assolutamente, su Netflix.
Recensione di Ernesto Aufiero,1.2022
Pubblicato inGenerale

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *