Salta al contenuto

E venne il giorno

Mi ritrovai piccola, indifesa, incompresa nei gesti e nelle parole come quando venni fuori dal grembo di mia madre…
E venne il giorno…
Mi guardai riflessa in uno specchio,
fattezze sconosciute di chi troppe volte
lego’ i suoi Sì a mani straniere
per carezze fugaci…effimere…lontane…
E venne il giorno…
Mi abbracciai con tenerezza,
sapendo che solo quel calore avrei trovato,
mi lavai il viso con acqua delle lacrime
e poi sorrisi: _ Mi Amo!_ sussurrai e baciai la Vita
E venne il giorno…
Mi vestii di Colori, misi il nero dei miei umori e poi giocai con i pennelli….
Rosso e fui appassionata…
Giallo e fui gelosa…
Verde e corsi incontro alla speranza…
Blu e mi tuffai nell’ amore…
Viola e guardai in me stessa…
E poi l’ Arcobaleno tutto….
Perché Io sono il Tutto e il Niente…
Il Vuoto e il Pieno…
Il Sogno e l’ Incubo..
La Passione e il Gelo
Io sono Donna!
E venne il giorno in cui lo scopristi…
Era quel giorno in cui
Uccidesti i miei Sogni prima ancora di uccidere me!!!

il dipinto è di Carmen Schembri conte

 

Pubblicato inDonne

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *