Salta al contenuto

Elogio alle spalle

Se gira le spalle
Un cumulo di ricordi andati
ammassati
Che un peso avevano
Facevano
e adesso
spariti.
Come macerie
del passato
massi di pianti
di rimpianti
di mancati canti.
Ore a pensare
come agire e reagire
se era meglio intervenire
lasciare andare
Defluire.
Eppure
se gira le spalle
Non del tutto
Ma a tre quarti
e il corpo rivolto al presente
quei pensieri
sono andati
come dimenticati
nell’oblio dei nuovi arrivati
Bisognava
adesso
dei nuovi approdati
non farne massi
ma fiori al vento
Renderli leggeri
farli quasi volare
Smettere di pesare
pensieri strani
dargli una forma
Accanirsi su se stessa
per renderli regolari.
Girata di spalle
Ma col viso retto
e fiero
Spalle dolci si
ma salde
quanto tempo sprecato
a cercare di interpretare
pensieri di chi aveva amato
pensieri negati
Volerci vedere amore
a tutti i costi
mentre
la cosa migliore da fare
era
semplicemente
E di spalle
lasciarli andare.

130
Published inDonne

Sii il primo a commentare