Salta al contenuto

Eri tu

 

Eri tu che davi sostegno
ai miei passi infantili,
sempre tu sostenevi,
guidavi incertezze e paure
dei miei giorni sbagliati.
Mi sentivo sicura
nel tuo cerchio incantato,
mantenevo l’equilibrio
su fili tesi e strade tortuose.
La tua voce guidava decisa,
il tuo polso era certo, sicuro.
Tracciavi giorni difficili
con leggerezze da fata,
accarezzavi con mani di piuma
Nei nostri giorni gestivi serena,
liti e amori, abbracci teneri, malumori,
poi tornavi in cucina
e ti sfogavi ai fornelli.
Sei stata Mamma di tante stagioni,
hai attraversato le nostre vite,
abbiamo cantato le tue canzoni
e tu hai ascoltato i nostri segreti.
Ti ritrovo ogni giorno
quando mi guardo allo specchio,
quando sorrido dei miei errori,
Nel mio disordine ordinato,
nei miei scritti lasciati a metà.
Mi sei rimasta un pò dappertutto,
ti sei mescolata a cellule e difetti,
occupi spazi, pensieri, cassetti,
sei nella vita che mi hai donato Tu

Pubblicato inAmore

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *