Salta al contenuto

Fantasmi d’amore

PARTECIPA AL CONCORSO

La villa sul lago nasconde gli amanti e
Il loro peccato lussurioso, la loro bramosia dei sensi. Essi cercano pace tra le antiche stanze, nei letti patiscono per le loro pene, condannati a un male che li infiamma, ma non li distrugge.
Per giorni e notti consumano le loro membra,
Nello struggersi dei corpi mai sazi, mai paghi
Lui ha fame di quel bianco ventre, di quella conchiglia nascosta cui brama arrivare e schiuderne il dolce frutto, fino ad assaporarne il succo. Lei condannata a giacere nel possesso , a racchiudere e contenere le impennate furiose del suo vigoroso nerbo.
Quelle pareti risuonano delle loro voci, dei richiami appassionati tra di loro. Quando poi scende la notte, gli amanti avvolti in unico lenzuolo dalla finestra volano a placare le ardenti voglie nelle acque gelide del lago. Hanno pensato ai fantasmi quelli che li videro ogni notte, tuffarsi dalle finestre sul lago e risalire poi alla villa grondanti d’acqua, stretti nel lenzuolo. Per otto lunghi anni chiusi in quelle stanze , non ebbero pace che nella frenesia dei corpi, asserviti al solo desiderio.

La storia d’amore a Villa Pliniana sul Lago di Como tra Emilio Barbiano e Anna Bothier.

Pubblicato inAmore

1 commento

  1. Armando Armando

    Servirebbe una bella immagine a rafforzarne la bellezza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *