Salta al contenuto

Faust

 

-Volevo l’eternità-
– Non è possibile- mi dissero.
– Carne di uomo e donna sei-
Volevo l’immensità
– Non è possibile- mi dissero
– Gambe sorrette da sangue hai-
-Volevo l’infinito-
– Non è possibile- mi dissero
– Il tuo sguardo ha per confini le tue pupille-
Ed io scattai una foto.
Vi scorsi l’eternità, l’immensità, l’infinito e persino la mia anima.
” Se esiste uno scatto, non è impossibile”

Grazie a Carmen Schembri Volpe che con una sua frase ha ispirato questo scritto

Foto di Marina Neri

Pubblicato inGenerale

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *