Salta al contenuto

Finirà?

Finirà questo vento contrario?
Potremo respirare aria nuova?
Frammenti di dolore ci pervadono,
Speranze di vita illusorie, malsane.
Un tempo oscuro aleggia sulla Terra,
Troppo male si spande a piene mani,
Comanda la menzogna, l’oppressione,
Popoli interi emigrano disperdendo vita.
Abitiamo paesi ormai sterili, aridi,
Suoli senza virtù, mari assassini.
Persi, spauriti, siamo bussole rotte
Incapaci di tracciare mete, confini.
Ci abbandoniamo in stupide contese
Intanto che avvelenano falde e faglie,
Che spargono veleni,
Che uccidono flora e fauna.
Che intossicano l’aria,
Che bruciano foreste secolari.
Sotto un cielo invaso di brutture
La terra trema, crollano certezze.
L’uomo diventa misera creatura,
Non sa come fermare lo scempio,
Come sottrarsi all’onda distruttiva.
Trasuda odio e paura
Ma non si tira indietro,
Sfoga rabbia producendo violenza,
S’imbarbarisce e diventa assassino.
È questo il tempo di trovare coraggio
D’invertire la rotta e puntare una meta.
Ci sarà un orizzonte da scoprire
Una terra promessa
Un sogno da salvare,
Prima che i fiori smettano di sbocciare?
A.S

432
Published inGenerale

Sii il primo a commentare