Salta al contenuto

Gli anni delle speranze

 

Notti Magiche inseguendo un goal, in un’estate di giochi e di calci ad un pallone.
Erano gli anni Novanta, le domeniche pomeriggio in discoteca ed io imbranato come pochi mi sentivo come Marco che a ballare sembra un cavallo…
In quel periodo ascoltavo Miserere Ma che mistero e pensavo che forse anche la mia vita era un mistero.
Nel 1998 io ero sui libri della maturità e non vedevo l’ora che quell’esame finisse per godermi l’estate che poi è arrivata con il remake di Una rosa blu. Poi l’ingresso all’università.
Sono gli anni più belli, la giovinezza i migliori anni della nostra vita… gli anni delle speranze molte delle quali putroppo non si sono avverate .
Sogna ragazzo sogna, quando sale il vento nelle vie del cuore…
Quando siamo giovani è bello sognare anche se poi la vita ribalta tutto, ma cos’è la vita se non si provano emozioni.Capire tu non puoi, ma chiamale se vuoi Emozioni.
E’ arrivato il 2002 e la mia vacanza in Calabria, mentre la mia auto percorreva l’autostrada in sottofondo Mango cantava Nonostante tu sia la mia rondine andata via… e anche a me sembrava di volare insieme a quella rondine.
Quella vacanza era un mondo da scoprire, tutta da fotografare un’estate al mare… tuffi nel mare cristallino della Calabria mentre continuavo ad ascoltare ”dove sei dove sei unico amore ah rivivrei… ed io sognavo un amore che doveva ancora arrivare.
Ricordi belli di un passato lontano.

Pubblicato inGenerale

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *