Salta al contenuto

I giochi dei bambini

Il poeta lacera le nuvole, accende fuochi,
fa della notte il giorno,
con voce di flauto parlotta con le stelle
che ridono beate,
accarezza il mare e lo scompiglia,
canta l’amore con lacrime di neve,
sogna con la farfalla al paralume,
parla con l’ ombra sull’oro dei libri
rilegati,
legge nelle veglie, sui lunghi fogli
scrive…
Ode il tempo nell’aria dove fluttuano
le foglie, nell’eternità di un istante…
Il poeta crede che la poesia cammini
per le strade e giochi coi bambini!!!

da Granelli di sabbia in poesia

Pubblicato inPoesia

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *