Salta al contenuto

I – II – III

I
Su ciottoli lucidi di pioggia,
nel freddo vento d’inverno
e nella luce torbida di nebbia,
con passi stanchi
in un altro giorno senza vita.

II
Il candore della galaverna
su zolle brune
su rami spogli
su erbe secche
su grano verde.
Silenzio del mattino
sulla campagna in sonno
d’inverno.

III
Nello specchio,
il volto
gonfio e liscio di cortisone,
la pelle grinzosa
delle braccia e del torace
e delle cosce e dei polpacci.
Lo sfinimento del corpo,
realtà oltre l’apparenza del viso.
E la mente
esausto testimone.

175
Published inGenerale

Sii il primo a commentare