Salta al contenuto

Il castello degli orrori

Voglio parlare d’amore.
Non l’amore tra uomo e donna, tra donna e donna, tra uomo e uomo.
Voglio parlare di un amore più grande, l’Amore maiuscolo.
Sto scrivendo all’una di notte, dopo aver viaggiato per un’intera giornata.
Questa settimana sono stata in Croazia (si, come tutti i giovani maturi, esausti della vita liceale, con la voglia di libertà …)
Però io non ho visitato la Croazia sul mare, quella delle feste, delle giornate di relax in spiaggia, delle notti passate con gli amici in riva al mare fregandosene della vita; ho visto la Croazia che i turisti non visitano, e se lo fanno è perché si sono persi nelle campagne vicino a Zagabria.
Sono stata a Gornja Bistra, piccolo paese conosciuto per la presenza del “castello degli orrori”, che altro non è se non un ospedale pediatrico, orfanotrofio e cottolengo.
Mentre i miei coetanei decidono di far baldoria per l’obiettivo scolastico raggiunto, per la fine di un inferno e per l’inizio della nuova avventura universitaria, io scelgo di stare in mezzo al vomito, agli escrementi e al piscio.
Nessun ripensamento, nessuna invidia per i miei coetanei che se la spassano e fanno festa: sono piena di gioia, una gioia immensa, quella gioia che credo ti riempia il cuore quando sei sazio d’amore.
Quale amore?
Quello tra essere umano ed essere umano, capace di sprigionare una magia inconfondibile, inspiegabile, quella che secondo me è l’essenza della vera umanità, assente in questo mondo feroce e senza pietà.
Questo Amore si sprigiona quando tocchi la mano di un bimbo sedato per evitare attacchi epilettici, attaccato al respiratore.
Questo Amore ti agguanta quando incroci lo sguardo di uno scricciolo di bambina che, nonostante i suoi due anni, non si muove, non parla, non emette suoni. Ma ha quegli occhi, occhi che parlano da soli e ti scuotono nel profondo.
Questo Amore ti toglie il fiato quando non pensi ad altro che a questi bambini abbandonati, malati e tristi, rinnegati dai genitori, con il cognome “Orsus” o “Horvat”, che significa “bimbi di nessuno”, praticamente dei bastardi (detesto questa parola, ma purtroppo a Gornja Bistra si usa).
Qui ho trovato l’Amore.
Mi sono innamorata di loro, di ogni singola rosa blu, di questi piccoli.
Li penso costantemente. Vorrei il meglio per tutti, ma mi rassegno perché non sono onnipotente, sono solo una volontaria, una persona tra tante che porta un briciolo di cambiamento, consapevole che nel mondo c’è qualcosa che non va e che va cambiato.
Quello che vivo qui nel “castello” mi fa rivalutare le mie priorità nella vita quotidiana; le esistenze che mi passano davanti fanno sì che io apprezzi quello che ho e ridimensionano tutti i miei “problemi”.

D. è la mia bambina preferita. L’ho notata subito, nella prima stanza in cui sono entrata, mi ha guardato ed è bastato. Ogni volta che incrocio i suoi occhioni verdi mi manca la terra sotto i piedi.
La porto al parco, me la coccolo senza ricevere alcuna reazione, fino a ieri: eravamo in un’altalena, mi ha afferrato un dito e mi ha sorriso. Ha sorriso proprio a me e a nessun altro.

M. è una piccolina di circa due anni affetta da trisomia 21, cardiopatica ed ipotonica, con un tessuto muscolare molto debole. Porto i lividi dei suoi innumerevoli morsi su braccia, gambe e mani, ma mi sono innamorata dei suoi versetti, dei suoi ruttini e delle sue risate quando le facccio il solletico sul collo M. se non si sporca, non è felice; pochi giorni fa, sedute entrambe sull’erba lei ha afferrato con forza le mie mani e si è tirata su, in piedi, io so che non lo aveva mai fatto con nessuno; ha l’istinto di camminare ma non ci riesce, perché i suoi muscoli cedono e la costringono a rimettersi seduta. Forse M. non riuscirà mai a camminare come gli altri bambini, e quando diventerà grande molto probabilmente non camminerà. Perché non apprezzare comunque il momento? Questo è Amore, l’Amore che si fida, anche solo per alzarsi da terra pochi istanti, e per quei pochi istanti mi sono sentita inclusa, parte della sua vita.

F. è affetto da un grave ritardo mentale di origine sconosciuta, ha diciannove anni, la mia stessa età. Quando siamo in giardino cade spesso e si sposta trascinandosi con le braccia da seduto. Sbava, e mangiava terra, erba, arbusti. “Cosa ci vuoi fare, lo ha sempre fatto!” mi dice l’educatrice. Capita che un infermiere decida di consegnarmi il pranzo di F., incaricandomi di imboccarlo.
F. sbava, sbava, e io non voglio dargli da mangiare, poi mi decido e inizio, un boccone dopo l’altro. E così una diciannovenne si trova ad imboccare un coetaneo, che pensa e si comporta come un bambino. Io con la mia testa piena di sogni e di progetti, e lui con un futuro incerto e limitato. Io che mi lamento perché odio fare la fila in Posta, non capisco nulla di carte di credito, di immatricolazioni all’università o di motori delle auto, e lui che se fosse come salterebbe di gioia e non penserebbe affatto di lamentarsi. Io a sprecare il tempo e lui a cercare di racimolarlo. “Cogli il momento. Carpe diem” mi dico spesso, e così, finito il suo pranzo lo abbraccio: ho ottenuto un camice sbavato, ma anche Amore. L’Amore di mettersi in contatto con un tuo coetaneo che a sua insaputa ti sta insegnando tanto, un professore della vita.

I. è una ragazzina di 14 anni circa, sempre seduta nella sua carrozzina, non aspetta altro che essere portata fuori in giardino, nel parco, a passeggiare in mezzo agli alberi. Abbiamo provato a metterla in piscina, e il suo sorriso in quel momento non lo scorderò mai. Mi chiedono di lavarla, accetto. Fatico ad asciugarla e a spostarla nel letto. Quando finisco mi prende la mano e dice: ”Hvala”, grazie. Non è un grazie distratto, di quelli, tanti, che si sprecano in una giornata. Quel “Hvala” è diverso, viene dal cuore, grazie di esserti presa cura di me, grazie di essere qui.

Prima di partire li saluto e piango. Torno tra un anno, non so se si ricorderanno di me, se qualcuno sarà stato adottato. Mi verrebbe da dire “Aspettatemi”. Come si dice ad un Amore grande, ad un Amore vero.

Pubblicato inAmore

27 Commenti

  1. PierluigiDelPinto PierluigiDelPinto

    Dirò una cosa scontata già detta già letta già proclamata. La dico lo stesso perché, in questo momento ho finito di leggere la tua storia con difficoltà e mi è venuto il magone, mi sembra la cosa giusta da dire: questo mondo ha una grande speranza se tante altre e tanti altri giovani sapranno provare le stesse emozioni e vivere, con il tuo entusiasmo, l’esperienza umana che qui ci racconti. Inizia bene questa giornata per me. Grazie

  2. “F. ha 19 anni come me…” Tu a 19 anni vivi così, scrivi così ed amo così. Io mi sento Nessuno al tuo confronto. Perchè una storia così non può essere soltanto fantasia. Ti auguro, senza conoscerti, tutto il bello ed il bene del mondo. Lo meritate tu e la tua anima nobile.

  3. PierluigiDelPinto PierluigiDelPinto

    Da Facebook

    In questo mondo dove si sono persi i veri valori della vita tu porti la speranza che non tutto è perduto. Sei una ragazza meravigliosa e di esempio x gli altri. Tu hai compreso il vero significato della parola amore. Complimenti e tanti auguri di un futuro di serenità gioia e amore. Un abbraccio grande.

    Rosalba Graziosi

  4. PierluigiDelPinto PierluigiDelPinto

    Da Facebook

    Sei meravigliosa

    Mariella Pinna

  5. PierluigiDelPinto PierluigiDelPinto

    Da Facebook

    Il tuo cuore e grande

    Maria Munno

  6. PierluigiDelPinto PierluigiDelPinto

    Da Facebook

    Sei una bellissima persona

    Anna Maria Puccio

  7. PierluigiDelPinto PierluigiDelPinto

    Da Facebook

    Sei una persona fantastica

    Anna Maria Lunardi

  8. PierluigiDelPinto PierluigiDelPinto

    Da Facebook

    se tante persone fossero umane e piene d’amore come te,questo mondo sarebbe un vero paradiso

    Eva Fuentes

  9. PierluigiDelPinto PierluigiDelPinto

    Da Facebook

    Grazie bella della tua testimonianza credo che l’amore che tu hai provato è puro e unico

    Antonietta De Domizio

  10. PierluigiDelPinto PierluigiDelPinto

    Da Facebook

    Che Dio ti benedica per il tuo cuore grande

    Ale stella Greco

  11. PierluigiDelPinto PierluigiDelPinto

    Da Facebook

    Sei un dono della natura complimenti ai tuoi genitori 😘😘😘

    Caterina di Troia

  12. PierluigiDelPinto PierluigiDelPinto

    Da Facebook

    19 anni soltanto ma un cuore grande, gonfio d’amore. Ti auguro di rimanere sempre cosi, e che la vita ti ricambi.

    Elisa Ledda

  13. PierluigiDelPinto PierluigiDelPinto

    Da Facebook

    Il mondo ha bisogno di ragazzi come te, complimenti sei meravigliosamente amorevole❤️

    Rosa Curmà

  14. PierluigiDelPinto PierluigiDelPinto

    Da Facebook

    Thea …Dio ti benedica!

    Marinella Corrias

  15. PierluigiDelPinto PierluigiDelPinto

    Da Facebook

    Che bei gesti che fai senza chiedere niente in cambio, forse ti pagano con dei sorrisi, gesti, strette di mano oppure dei piccoli abbracci ma, dati col cuore pieno d’amore.Sicuramente Gesù ricompenserà questi gesti d’amore. BRAVA.

    Noemi Cavallaro

  16. PierluigiDelPinto PierluigiDelPinto

    Da Facebook

    Grazie! Grazie per questa meravigliosa lezione di vita! Grazie per quello che fai! Che Dio ti benedica

    Elisa Ruggieri

  17. PierluigiDelPinto PierluigiDelPinto

    Da Facebook

    GRAZIE DELLA TUA TESTIMONIANZA SEI UNA RAGAZZA SPECIALE CHE HA INCONTRATO IL VERO AMORE NEGLI ULTIMI I PIÙ DIMENTICATI RIFIUTATI DAL MONDO CHE CON UN SORRISO CON UN SGUARDO TI DANNO TUTTO QUELLO CHE HANNO L’ AMORE …TU LO DONI A LORO GRATUITAMENTE E LORO GRATUITAMENTE TI CONTRACCAMBIAMO CONTINUA COSÌ NON C’ È DONO PIÙ GRANDE DELL’ AMORE GRATUITO E TU LO HAI CERCATO ERA DENTRO DI TE L’ AMORE DI DIO IN TE E NEL PROSSIMO CONTINUA COSÌ UN ABBRACCIO DIO TI BENEDICA GRANDEMENTE

    Maura Bonanzinga

  18. PierluigiDelPinto PierluigiDelPinto

    Da Facebook

    19 anni! Questi giovani sono la speranza ma anche la certezza che un mondo migliore può esserci… grazie

    Peppe Tre Russo

  19. PierluigiDelPinto PierluigiDelPinto

    Da Facebook

    Grazie sei tutto quello dovrebbe essere almeno un po’ ognuno di noi

    Annapia Viapiana

  20. PierluigiDelPinto PierluigiDelPinto

    Da Facebook

    Questi incontri dovremmo farli tutti,di sicuro ci cambierebbero rendendoci umani.

    Antonietta Ragazzino

  21. PierluigiDelPinto PierluigiDelPinto

    Da Facebook

    Antonietta Casini

    GRAZIE! Sei meravigliosa e tutti dovrebbero leggerti!

  22. PierluigiDelPinto PierluigiDelPinto

    da Facebook

    In questo mondo dove si sono persi i veri valori della vita tu porti la speranza che non tutto è perduto. Sei una ragazza meravigliosa e di esempio x gli altri. Tu hai compreso il vero significato della parola amore. Complimenti e tanti auguri di un futuro di serenità gioia e amore. Un abbraccio grande.

    Rosalba Graziosi

  23. PierluigiDelPinto PierluigiDelPinto

    Da Facebook
    Un colpo al cuore leggendo questa terribile realtà è una voglia di fare qualcosa. Brava basta anche POCO SALE, POCO LIEVITO x insaporire tutto. Con il tuo esempio sei il sale della terra!!
    Esperienza di volontariato con bambini malati la conosco. Stai male ma RICEVI UNA GIOIA IMMENSA.
    Dio ti benedica!
    Maria Grazia Stor

  24. PierluigiDelPinto PierluigiDelPinto

    da Facebook

    Gli ultimi tra gli ultimi, sei grande, non hai chiesto e ti è stato dato un dono meraviglioso l’ amore .Mi è successo un fatto simile,qui da noi,in un luogo chiamato il Boschetto.Posso solo dire
    non dimenticherò mai,e sono
    passati molti anni.So solo che
    Marco è riuscito nel suo intento,si è ucciso.Due occhi blu come il mare,si portava via
    pezzi della sua carne.Addio Marco,sei un’anima.

    Alida Mancuso

  25. nicola aveta nicola aveta

    La bellezza di questa Storia di grande Umanità e di Amore con la A MAIUSCOLA nei confronti di creature indifese e rifiutate ,esaltano la purezza di Sentimenti e di predisposizione a d alleviarne la Sofferenza di una giovanissima e speciale Ragazza ,che sicuramente dedicherà la Sua Vita all’amore del Prossimo.

  26. Luciano Luciano

    Semplicemente unica Tu adoro

  27. Marina Marina

    Meravigliosa. Mi sono commossa fino alle lacrime. Il cuore che dividendosi moltiplica l’Amore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *