Salta al contenuto

Il giallo della libreria Il Libraccio

 

Sinossi

13 dicembre 1999, il giorno più corto dell’anno secondo la tradizione Toscana. Nella libreria il Libraccio di Firenze una libreria che si trova all’interno di un ex chiesa anglicana, viene ritrovato il corpo di Giotto Mannini, un ragazzo di ventuno anni, studente universitario. E’ la signora Stefania, proprietaria della libreria a trovare il suo corpo nella sala di lettura. Viene convocato  il commissario Borghi della polizia il corpo del giovane non ha segni di colluttazione, sembra si tratti di una morte naturale.

13 dicembrew 1999, in Toscana è considerato il giorno più corto dell’anno. In quel giorno il giovane Giotto Mannini si reca nella libreria Il libraccio della signora Stefania per comprare un libro di Stepehn King da regalare alla fidanzata a Natale.
Alle ore venti, prima della chiusura della libreria la signora Stefania si reca come sempre nella sala di lettura, per controllare che non ci sia nessuno e vede il giovane Giotto con la testa poggiata sulla scrivania come se dormisse Purtroppo il ragazzo non stava dormendo, era morto..
Il commissario Aldo Borghi riceve la telefonata della giovane libraia e si reca subito sul luogo del delitto., Sono le nove di sera, fa freddo , la sala della libreria è una sala molto tetra nel vecchio palazzo.
“Quando pensa sia avvenuto il dilitto?
In quella sala c’era un giovane a leggere, lo conosevo anzi li conoscevo erano due amici Giotto e Carlo.
Studenti universitari, i due erano molto amici. Si erano incontrati qui per poi andare a mangiare al Mc Donald’s
Giotto che nome insuale per un giovane.
Sua madre è una pittrice Tedesca si chiama Jutta e l’ha chiamto così.
Sa quanti anni aveva?
Ventuno era al terzo anno di lettera antiche voleva fare l’archeologo.
Era appassionato di Etrischi.
Aveva partecipato ad una Summer Schol a Populonia l’anno scorso, un campo estivo per giovani nella necropoli Etrusca.
Dove vive?
In Via Borgo la Croce qui a Firenze,
Sa dove aveva coniscuto Carlo?
Ad una festa di compleanno di un amico comune, avevano fatto subito amicizia.
Di che parte della Germania è la signora Jutta? E’ della Turingia, i nonni sono venuti a vivere a Fiesole quando sono andati in pensione.
La vittima parlava altre lingue oltre all’Italiano e al Tedesco?L’Inglese molto fluentemente e poi il Greco ed il Latino
Davvero una personalità molto strana.
Come può essere morto il povero Giotto?
Non lo so non ha segni di colluttazione. Sembra una morte naturale o per veleno.
I libri non hanno mai avvelenato nessuno, la cultura è un cibo molto sano.
La sala di lettura è poco illuminata?
Si putroppo siamo in uno stabile storico nel centro di Firenze, una ex chiesa sconsacrata Anglicana.
Da quanto tempo avete aperto?
Dal 1982 sono diciaassette anni e mai dico mai era successa una cosa simile, la mia liberia è stata sempre un posto tranquillo.
Come mai quel nome il libraccio?
Abbiamo cominciato vendendo libri usati, poi ci siamo rinnovati, ma abbiamo prezzi abbastanza economici per Firenze.Per questo molti giovani comprano da noi.
Che macchina ha Giotto?
Una Ypsilon dieci nera usata, l’ha trovata la sua mamma sullla Pulce quando ha preso la patente
E la fidanzata di Giotto?
E’ una studentessa all’ultimo anno del liceo scientifico.
Stasera è la tipica serata invernale.
Piove il cieleo è plumbeo, fa freddo.
La perfetta ambientazione per un noir disse il commissario.
E Carlo cosa mi sa dire su di lui?
Anche lui è appassionato di Etruchi, ha frequentato il liceo Ginnasio Dante ed ora frequenta lettere atntiche uno studente modello diplomato con sessanta sessantesmi alla maturità,il figlio che tutti vorrebbero avere .
Durante la summer
+school Giotto aveva scoperto un’anfora Etrusca che gli archeologi cercavano da anni. E’ l’anfora del vino di un matrimonio Etrusco, ma c’è dell’altro.
Il campo si svolgeva in maremma, ed i giovani avevano scoperto un insetto velenosissimo,palustre resistente al freddo può essere stato quello ad uccidere Giotto
Il commissario ci pensò un po’ poi disse: “Può darsi”
L’insetto vive nelle paludi ma si adatta bane ngli ambienti umidi come quelli riscaldati dagli impianti di riscaldamento.
Al direttore della summer school le scoperte di Giotto non andavano giù E’ stato lui a far introdurre a Carlo il misterioso insetto alieno nella libreria
Una persona di cui il giovane non avrebbe mai dubitato.
Carlo venne arestato insieme al mandante cos’ finì il giallo della libreria.

Pubblicato inConcorso

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *