Salta al contenuto

Il mare di inverno

Esiste il mare anche in inverno, sai? Senti come il fruscio degli
alberi, e ti vien voglia di tuffarti nelle sue foglie; senti gli uccelli
marini che si rincorrono in un lungo grido… Poi, se apri gli occhi
capisci che non c’è vento… non c’è pineta nel mare in cui stai
navigando. Sono solo i tuoi pensieri che ti portano laggiù, dove
vorresti sempre restare…
Tu, dove vuoi restare…I poeti ti possono parlare per ore facendoti
sognare… Ma chi ti fa sognare in silenzio? Chi, con una parola, con
una lettera, con un profumo, magari non c’è, riesce a ridarti la pace
…Perché in tanti la cercano e tu, chiudendo gli occhi vedi il tuo
cielo? Perché cadere sembra più facile? Perché riesco a respirare
sotto quel mare? Perché sento quegli uccelli tanto vicini da parlarci?
Perché quella pineta sta là? Perché è così…
Perché non esiste faro? Perché non una luce nella notte?
Riapri gli occhi, ora
guardami, non volare più, non chiudere gli occhi, non sognare più
…non ascoltare più quel poeta. Se quel mare non ti piace più,
rifugiati fra gli alberi…vola via con gli uccelli marini…Ma tu non
potrai volare distante. Il tuo nido è fra quegli alberi…là, vicino al
mare. Il tuo faro si accenderà in quel momento. Ascolta, c’è uno
silenzio strano…così bello che non può esistere. Cercarlo, è nel
mare silenzioso, nel mare invernale…Esiste il mare anche in
inverno sai?
Esiste il mare anche in inverno. Sento come il fruscio degli alberi, e
ti vien voglia di tuffarti nelle sue foglie… Senti gli uccelli marini
che si rincorrono in un lungo grido?
…Siamo noi.

Un poeta.

Published inPoesia

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *