Salta al contenuto

Il rosso aquilone

Cuore mio, cosa faresti se potessi tornare indietro? Se potessi al rallentatore rivivere le stesse scene, gli scatti e fermare le immagini per rivederle ancora?
Tu cuore mio, lo so che cercheresti lo stesso batticuore, quella prima scena ferma sui suoi occhi sorridenti, un impermeabile aperto che svolazzava mentre ti veniva incontro e ti stampava un bacio sulla bocca. Quel sapore di miele, quel profumo di dopobarba gusto giovinezza. Cuore mio, rivorresti tutto quanto, perché tu non dimentichi e se ti sei fatto male, non importa. Tu ripari le tue ferite, aliti nuova vita sulle cicatrici, ti vesti di colori e pennelli felicità a strisce larghe. Tu cuore mio, inciampi nei tuoi errori, ma con un salto li superi a pie’ pari e ricominci baldanzoso e fiero, senza timore. Tu sai che ti farai male ancora. In quante sere vedrai il suo profilo riflesso nelle pozzanghere. E quante volte quel telefono muto dovrà dirti la verità. Tu sei un fanciullo spensierato e corri con il tuo aquilone rosso, il vento per un po’ ti asseconderà e tu felice ti farai spettinare dalle sue mani, dai suoi baci , dai brividi sulla pelle.

Pubblicato inAmore

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *