Salta al contenuto

Il sangue nelle vene

‘o sanghe dint’e vvene …
Guarda ‘o mare e sta cuntente
è ‘o munne ‘e chi nun tene niente
volano ‘e suonne d’a fantasie
‘ncoppa a chell’acqua ca se move
‘na vela nu gabbiano na stella
che te ‘mporta stanno là pe’ te
e si tu s’i perze int’e pensiere
sientile ‘o stesso pecché te vonne bbene
stanne dicenne ca nunn’é avé paure
bello mije so’ llore c’hanna tremmà
tu s’ì tuoste e primme o doppe
chillu mure fernesce pe caré
e quanno po’ succere
‘e mmacerie saranne sule ‘e lloro.
(fb; 03-21). 269

il sangue nelle vene …
guarda il mare e sii contento
è il mondo di chi non tiene niente
volano i sogni della fantasia
su quell’acqua che si muove
una vela un gabbiano una stella
che t’importa sono lì per te
e se tu sei perso nei pensieri
ascoltali lo stesso perché ti amano
stanno dicendo che non c’è d’aver paura
bello mio sono altri a dover tremare
tu sei duro e prima o dopo
quel muro finirà per cadere
e quando questo succederà
saranno solo loro le macerie.

Pubblicato inPoesia

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *