Salta al contenuto

Il Tempo è dei Nonni

 

Possono tutto. L’onnipotenza gli appartiene. Li vedete in terra a giocare con i Lego, a contendere al fanciullino un pezzetto di mondo da costruire. Diventano rockstar con le scope divenute magiche chitarre e sparano con le dita confondendosi nel ruolo del buono e del cattivo. Indossano disinvolti mantelli e coroncine, usano parole semplici e quei “Ti voglio bene” che il Tempo non imbriglia. Compagni spensierati nelle ore di quei giochi, capanne sotto i tavoli, palchi sgangherati, atelier di grande pregio per abiti improvvisati. Battesimi di bambole , prese di Fort Apache, Ventimila leghe sotto i mari e allunaggi spettacolari nei sogni di un bambino. Star Trek in un monolocale, Via col Vento indossando una camicia da notte ricamata mentre un sorriso splende e un acciacco non si sente. Maestri senza registro e senza potestà di voto. I nonni non tornano bambini . Loro non lo sanno ma conservano dentro quel mondo finché una vocina non dice:- gioca con me-
E il Tempo viene gabbato, vinto, sconfitto. Perché al cuore di un nonno Dio affidò lo scettro dell’Eternità Umana.

Auguri di cuore ai nonni, biologici, di pancia e di cuore.

Pubblicato inBambini

1 commento

  1. Vally Vally

    Magari, invece, c’è chi vorrebbe godersi, finalmente!, la vita…
    Vorrebbe “giocare” con gli adulti, suoi pari, avendo già cresciuto dei figli…
    Senza impegni e senza affaticarsi, l”eternità la meriterebbe ugualmente.
    Chissà…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: