Salta al contenuto

In Diretta contro la Violenza

Una bella storia.
Creata da Donne soprattutto per le Donne.

La donna che ha avuto questa idea è la psicologa Laura De Dilectis all’indomani dell’omicidio di Sarah Everard.

E’ stata “la goccia che ha fatto traboccare il vaso” ed ha spinto il collettivo donnexstrada ad aprire, il 21 marzo di quest’anno, una pagina Instagram, che è lo strumento a disposizione delle persone che si sentono in pericolo o che temono di poterlo incontrare uscendo per strada.

La pagina si chiama #direttaxstrada.

L’idea è che se una donna è visibilmente impegnata con il suo cellulare in una chiamata video in diretta è abbastanza protetta da eventuali molestatori che la volessero importunare: qualsiasi loro azione sarebbe, infatti, registrata sulla chat e, soprattutto, potrebbe far scattare l’intervento delle forze dell’ordine.

Al telefono c’è una volontaria dell’associazione.

Tutte noi volontarie diamo la disponibilità per un turno di “reperibilità” 24H.

La donna che ha paura di affrontare un tragitto in solitudine può prenotare una call stabilendo  l’orario e condividendo il percorso che farà.

All’orario prestabilito si apre la diretta via Instagram che può essere pubblica e registrata o può essere privata, in ogni caso il materiale filmato è un deterrente molto forte nei confronti di qualsiasi tipo di molestatore.

Ma il collegamento con direttaxstrada può essere attivato in emergenza: in questo caso qualsiasi volontaria che vede la chiamata risponde e stabilisce con la persona la modalità di assistenza più opportuna.

Lo sviluppo del progetto è quello di creare nelle città dei punti viola ovvero locali presso i quali le persone “in pericolo” possono trovare assistenza e conforto. Per renderli attivi, così come per avere  tassisti disponibili e reperibili pronti a portare assistenza, il progetto prevede corsi di formazione e di informazione.

Il progetto è inclusivo, quindi rivolto non solo a donne, ma a chiunque ne senta il bisogno, anche se, come dichiarava l’Istat in un report del 2018 sulla percezione della sicurezza dei cittadini, è il 36,6% delle donne non esce di sera per paura e il 35,3% quando esce da sola di sera non si sente sicura.

Perciò sento molto mio questo progetto.

E credo che lo stesso possa  valere per altre donne ovunque abitino: le possibilità offerte dal web consente di superare ogni distanza e di assistere la persona in qualsiasi luogo ella si trovi “ad avere paura”.

Facciamolo conoscere, dunque.

Qui di seguito riporto le istruzioni che si leggono sulla pagina Instagram di donnexstrada

 

Se sei in strada e non ti senti al sicuro scrivici e una di noi farà partire una diretta.

Questa possibilità è aperta per chiunque voglia compagnia durante il tragitto che sia breve o lungo, che sia di giorno o di notte.

Meglio se ci viene richiesto con un certo preavviso in modo da organizzarci.

Si tratta di una modalità che abbassa la probabilità di approcci indesiderati e qualora avvenissero di poter avere più testimon* dell’accaduto ed agire prontamente chiamando i numeri di emergenza.

 

 

 

 

Pubblicato inDonne

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *