Salta al contenuto

Incontro

Ci siamo incontrati forse volendolo, ma per caso. Camminavo distratta come sono io, guardando ma senza vedere. C’erano tutte le cose al loro posto, i muri delle case e i lampioni, uno dietro l’altro i porticati, e le vetrine, le persone indietro e davanti a me. I colori del mattino. Le voci che si rincorrevano da uno all’altro. Poi ti ho visto. Una lama mi è passata da parte a parte. Quella ferita, cucita male e di fretta, si è aperta sgorgando sangue vivo. Mi sono sistemata i capelli, il cuore non potevo. Ti avvicinavi sempre di più e riuscivo a vedere i tratti del tuo viso. Mi son fermata stupita, non eri tu. Troppo giovane quel viso, troppo spedito quel passo.

Pubblicato inAmore

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *