Salta al contenuto

La domenica

Liberamente ispirata dalla canzone di De Andre’ “ A’ Dumenega “

Uno spiraglio di luce dalla finestra
Oggi anche per me è festa
Indolente e senza sorriso
Mi butto addosso questo vestito casto
devo apparire che son come loro
Pulita e pudica, senza i trucchi e i vistosi orpelli di chi fa la vita in quelle case
Senza finestre, in quelle alcove senza amore dove ci si vende per poche ore.
Senza mostrare quel che voglion davvero vedere nella rossa stanza del loro piacere
E poi giungere le mani e dire preghiere
Dietro i drappi e le candele
Loro non sanno che come la compagna
Indossa il costume succinto persino la moglie e che per via dei suoi guadagni
Rende più grande il porto Antico e della Superba ne aumenta il vanto.

Pubblicato inGenerale

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *