Salta al contenuto

La rosa rossa e lo scialle

Quella notte aveva nevicato e tanto.
C’era silenzio e biancore abbagliante,
C’erano fiocchi copiosi che venivano giù dal cielo illuminati dai lampioni delle strade. C’era la neve sulle luminarie, sulla scritta Auguri nella via, c’erano le orme di chi quella notte era tornato a casa.
E c’era la nostra panchina che sospirava, sola ricoperta dalla neve fresca. Mi avvicinai piano e vidi una rosa rossa, palpitante poggiata lì dove ancora ardeva il nostro amore, bruciante di illusioni mai sopite, un eterno braciere di passioni e poggiato uno scialle che avevo dimenticato o mi era caduto, pieno di neve , intriso di ricordi.

Pubblicato inAmore

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *