Salta al contenuto

L’amante dello Stretto

Sei tu, Morgana, il sogno millenario
che danzi in quell’aria rarefatta?
Sempre tu, ombra sfuggente,
che sfidi il tempo e ti rinnovi all’infinito.
Accarezzi tempeste come fossero guance,
scuoti la chioma e ti sdrai sull’onda.
Inganna il tuo splendore ammaliatore,
il riflesso di te accende i sogni
e ogni navigante desidera toccarti,
diventare tuo schiavo alla catena.
Sei Fata, Maga, Sogno, Desiderio,
sei favola che incanta e che spaventa.
Regina di quel mare senza pace,
vivi l’eternità, eterea e immortale
come la tua illusione ingannatrice.
In quella tua dimora trasparente,
consumi giorni vuoti e agiti le acque
per scacciare fantasmi secolari.
Nella tua solitudine si sono succeduti
regni e castelli, popolati da eroi,
ora sogni di loro e inganni il mondo.
Accendi voglie oscure, paure ancestrali.
Ammaliatrice esperta, capricciosa.
Emergi sul tuo cocchio, affascini e scompari,
ti diverti, giochi, lusinghi e deludi.
Mostri quello che appare e che non è.
Solo il mare che abiti sa quello che sei.

65
Published inAmore