Salta al contenuto

L’arcobaleno

 

Non è sempre vero che dopo la tempesta c’è l’arcobaleno,

ci sono periodi che anche lui appare come un’illusione.
Lei che è sempre stata una grande sognatrice ora si sta spegnendo.
Si alza ma poi ricade in quel silenzio malinconico
come scrisse un suo amico “Certi giorni sono migliori di altri”

non è sempre vero che si deve sorridere se hai il cuore, la mente a pezzi.

Seduta al bar le lacrime scendono senza fermarsi.
La gente chiede e lei non ha più voglia di dire “tutto bene”,
ora ha bisogno di esternare questa sofferenza

basta scrivere solo per lei e gettare tutto nel cestino.

Scrivere è vita
già solo queste poche righe fanno meglio alla sua anima

In questa giornata grigia con la tastiera tra le dita si sente viva.
Ci ha messo tanto ad accendere il computer e le parole sono arrivate subito.
Arriverà l’estate, il mare, il concerto di Vasco e sarà un nuovo inizio.
Ci crederete voi?
Io penso di sì.

Pubblicato inGenerale

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *