Salta al contenuto

Leggera euforia

Giro cercando ispirazione tra le pagine già scritte e le parole che ho impresse. Cerco tra i ricordi, tra le ore di giorni vissuti, tra i pensieri macinati come i chilometri percorsi. Mi fermo a pensare ed intanto sorvolo su tutto quello che è accaduto, sulle miserie e sulle bellezze. Tutto quello che ho superato, la rabbia che ho dovuto sotterrare, insieme a quell’inutile ascia da guerra. E poi ritornare sui miei passi e lasciar perdere l’odio, inutile fardello quasi sempre un boomerang che torna al mittente. Molto meglio un sorriso in più per celare l’amarezza a chi si ferma all’apparenza . Considerare chi ti legge negli occhi , chi sente il tuo grido silenzioso e ti porge la mano. Vorrei che i messaggi che lanciamo , anche a bocca chiusa, arrivino a chi sa cogliere il muto segno di aiuto. E intanto giocare a dadi con il tempo, quest’invenzione che scandisce la nostra vita e che ci trasforma piano, lentamente per non farci avvedere di cosa ci lascia e di cosa ci toglie. Ci lascia molto meno di quello che avevamo, ci toglie molte certezze e diversi strati di spensieratezza. Poi si prende molte illusioni spargendole al vento, impedendo a molte di esse di venircele restituite. E poi ci scava le guance e ci fa più tristi quel bel paio di occhi che un tempo non molto lontano li faceva brillare. E il nostro passo rallenta, anche se la voglia di andare non ci manca è la forza si somma alla voglia di vivere. A me sembra di trovarmi sulla soglia di una porta che dovrò aprire, arriverà questo momento. Intanto mi lascio portare , mi abbandono senza star troppo a pensare.,Ho una sensazione nuova, come di leggera euforia….Lucio Battisti mi ispira…

Pubblicato inGenerale

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *