Salta al contenuto

Luci nella penombra

Quella luce, che si riflette sul vetro, così come nei tuoi occhi, indistintamente.
Fioca, tra la nebbia lattiginosa di questi giorni freddi.
I tetti sono avvolti dal gelo.
Vedo anche il tuo sorriso smorzato, contenuto, che vorrebbe uscire ma non può.
Vedo il dolore dentro quella grondaia, che emette un singulto cadenzato, in un’atmosfera di ottundimento eterno. Netto è il confine con un altro mondo, fatto di colori diversi da questi, non certo grigi e bianchi e neri: oscura giornata invernale.
Ora, il miracolo della memoria, ferma dentro le tue pupille spente.
Rare e bagnate le foglie sulla strada, mentre mi racconti, senza parlare, di un tempo remoto, che si fa vivo e vivido nella penombra.
Una luce, quella luce, che spalma righe e ombre sul tuo viso, che dai lampioni si spande sul selciato bagnato.

Foto di Lulamae

Pubblicato inAmore

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *