Salta al contenuto

Malinconia

Ce so’ parole che nun sai capí
perché pe’ ognuno c’hanno ‘na valenza
a vôrte l’odi, ma nun poi fanne senza
tu scappi via ma stanno sempre lí
Una de queste e’ “malinconia”
quanno t’acchiappa te fa’ campa male
che c’hai? Gnente, ma ne sento male
come ‘n peso che nun poi butta’ via
Te senti quer groppone drent’ar petto
nun sai com’è venuto e si finisce
nun trovi mai rimedio che lenisce
‘sta pena che te porti pure a letto
Io l’ho capita bene ‘sta signora
che cor mantello grigio t’ avviluppa
ne li ricordi belli fa’ la zuppa
co’ loro s’accompagna alla bon’ora
Sara’ perché nun m’accontento mai?
Perché er bicchiere è sempre mezzo vôto?
ner mare malinconico vedrai
fai solo er morto a galla è arcinoto
Dajie ‘na spinta, levete er mantello
esci da casa e mettete er soriso
ristampete la gioia sopra er viso
a tutti i sogni riapreje er cancello
Guadate er sole, l’arberi e li fiori
li regazzini che giochen’a pallone
la signora che stenne sur barcone
è assai più bella la vita coi colori.

Pubblicato inGenerale

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *