Salta al contenuto

Mare amante

Mi stendo tra i tuoi pensieri
E lo faccio perché ti piace
Vedermi seminuda, dolente con i capelli sparsi sul cuscino, disadorna ma con un diadema di gocce di sudore, un ricamo fino a dove batte il cuore.
Tu mi vuoi così, senza difese ma pronta a tutto. Regina trionfante, ma schiava senza catene in perenne attesa del tuo ritorno. Ma tu guerriero errante non sai di lui, dei suoi sguardi carezzevoli, di quegli occhi di velluto liscio, nero che fremono al mio passaggio. Lui mi cerca, mi brama, tesse trame infinite e le stende ai miei piedi.
Mi avvolge in scialli di morbide sete, mi accarezza come solo lui sa fare. Le sue mani sul mio corpo scivolano come olio profumato, sono nude , tenere sanno farmi sentire l’estasi, mi portano fino all’infinito. La sua bocca mi invita al banchetto di cui io sola sono il cibo, sazia accanto a lui gusto gli ultimi spicchi di quel frutto prelibato che è il nostro amore.
Le sue braccia scure mi cullano per l’ultima volta, sento il suo respiro profondo, mi lambisce dolcemente per farsi ricordare, così tranquillo quando nelle notti d’inverno lo potrei sentire rabbioso , ostile sbattere gli scogli.

Pubblicato inAmore

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *