Salta al contenuto

Montagne russe

PARTECIPA AL CONCORSO

È divino viaggiare e percorrere
le tue curve senza freni.
E poi!
A rotta di collo nei tornanti sostare
e mirare il panorama.
Sull’umido attaccato ai parapetti
quante scivolate in salita.
È divino sul rettilineo accellerare e
in dirittura d’arrivo un boato plateale…..

Pubblicato inAmore

1 commento

  1. PierluigiDelPinto PierluigiDelPinto

    A me questa metafora delle montagna russe – e che riguarda tutte le cose del cuore – mi è sempre piaciuta.
    E così mi è piaciuta anche la tua poesia. Benvenuto nel Blog!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: