Salta al contenuto

Mottarone

Lo scempio ch’e’ successo ar Mottarone
pe’ côrpa , sai, d’un avido schifoso
che ricattano ‘n povero cojone
co’ ‘n artro suo compare gran merdoso
hanno ammazzato gente spensierata
annata lí a passa’ ‘na gran giornata
Quelli votati tutti ar Dio quatrino
so quelli senza anima e decoro
la madre ammazzerebbero de fino
si porta quarche sordo in tasca loro
adesso nun c’è pena equilibrata
che po’ rimanna’ ’ndietro la giornata
Io li farei marcí dentr’a ’na cella
co’ tutte le pareti tappezzate
de quele foto d’anime strappate
ar sole callo de ‘na vita bella
Li metterebbe su ‘na funivia
che senza freni li deve porta’ via.
Lucifero lo so li scarterebbe
perché je zozzerebbero l’inferno
nisuno,sai, laggiù questi vorebbe
Perché’ l’ha fatti nasce er Padreterno?
Me lo domanno tanto in de ‘sti giorni
e sai che voja de riaccenne i forni.

Pubblicato inGenerale

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *