Salta al contenuto

Natale al quarto piano

CONCORSO LETTERARIO QUESTO NATALE 2020

Regolamento. Al termine della lettura della storia, puoi lasciare il tuo giudizio. Vince la storia che riceve più Like. Il concorso termina il giorno di Natale. Il vincitore sarà proclamato il 26 e riceverà in dono tre libri degli autori del Blog

§§ §§

 

Sto lavorando con il mio p.c.,
ma mi son persa nei miei racconti
Pezzi di frasi che ho scritto sulla scia di un ricordo
Si i ricordi, sono quelli che ti fregano sempre
Mentre sei lì che fai qualcosa, ecco che spunta la lucetta, la finestrella colorata, il pezzo di ghiaccio, quella risata che non scorderai.
Passi tra le scatole ben chiuse degli anni trascorsi e apri un foro per sbirciare
Quanti anni avevo quel Natale che avevo tolto le tonsille e in ospedale arrivarono i doni sul mio letto?
E il Natale dei pacchi scambiati? Che risate! In freezer andarono a finire per sbaglio i quadretti di legno invece della cassata siciliana.
Poi negli anni ottanta la mia famiglia con gli zii i cugini i nonni a Natale eravamo tutti seduti nel soggiorno della zia Pia, tra il divano e il tavolo rotondo imbandito , era festa , c’era il buon vino le pizze, i crocche’ di patate. E poi si giocava, ore di tombolate : Tengo io il cartellone! È già uscito il 23? Ecco il primo che grida ambo! vola uno schiaffone! E così si tirava tardi tra uno struffolo e uno scherzo.
Poi nasceva Gesù bambino e per noi era quella piccola statuina tra le manine di Lucia che girava per fargli dare un bacino. La zia intonava Tu scendi dalle stelle e qualcuno cantava insieme a lei . Quando sento questa canzone, mi commuovo e poi sorrido….C’era sempre uno di noi ragazzi che si nascondeva tra le tende per il gran ridere.
Mancano, quest’anno mancano ancora altri
Di allora , dal quarto piano posso sentire
Il suono delle voci , gli scoppi di risa, l’allegria che traspariva da ogni gesto .
Da lontano sparpagliati come siamo e l’amore nel cuore, per tutti.
Un momento ….c’eravamo dimenticati gli struffoli!

Pubblicato inAmore

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *