Salta al contenuto

Onda

Sono onda, adesso, figlia
di un mare impetuoso che si innalza fino alle vette dell’estasi.
Ti avvolgo in spire sensuali, non hai scampo, ferino è il mio animo che si allea con un corpo che chiede in sacrificio la tua essenza.
Resisti? Gagliardo
Persisti? Eroico
Conquisti? Uomo
E faro ti ergi a illuminare
inquietudini di femmina antiche,
non temi il ruggito del mare,
non temi il guanto del dolore,
non temi lo sguardo di donna in amore,
non temi…non temi tu!
Si infrange contro la tua forza la mia forza
finto duello di due indomite passioni
Cede il vento.
Cede il mare.
Cede la tempesta.
Cede l’uomo.
Cede la donna.
È la fine…
No! È il fine. È Amore!
Foto web

Pubblicato inAmore

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *