Salta al contenuto

Papaveri rossi

Immagino adesso
Un mondo che ieri non c’era
Apro la porta ad un fratello
Scopro i suoi occhi e vedo mio padre
Quella mattina seduta in cucina
Mia madre e le sue mani consunte
Immagino adesso
Calpestano la terra migliaia di scarpe infangate, sporcate da quella inutile guerra
Immagino adesso
Bambini felici si tengono per mano
In girotondi di fresche giornate
Immagino adesso
Nei prati macchiati dal rosso del sangue
Trovare fioriti mille lievi papaveri
Piegati dal vento di primavera
Dal canto di pace che vibra e che spera
Sull’erba i colori della nostra bandiera.

Pubblicato inPoesia

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *