Salta al contenuto

Passeggiata

Io vivere vorrei addormentato
entro il dolce rumore della vita.
Sandro Penna

Come in un sogno mi sveglio tra le mura antiche che il respiro, le parole , le fresche risate han chiuso nei mattoni.
Ed io che con il sol ricordo, anche da lontano, faccio rivivere quell’ombra di sole tra le imposte socchiuse, quel risveglio dolce dell’infanzia che di niente si cura , se non della leggerezza delle cose. Passo tra le vie , arrivo alla piazza rispondo ai saluti, qualcuno lo ricordo, visi sorridenti che sorrisero con me nei banchi imparando l’abc della vita.
Tutto mi appare bello, la luce del sole, questo cielo turchino sempre uguale, copre le nostre vite come il tetto di una casa, di lei sa tutto, il bene e il male, i giorni felici e quelli da dimenticare . Ma resta lì , per dirci che la vita va, la giovinezza è un treno in corsa da prendere al volo.Colsi quel fiore sorridendo in un prato bianco di margherite, questo mi resta della sua breve vita.

Pubblicato inLuoghi del Cuore

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *