Salta al contenuto

Pianoforte

Le sue mani correvano veloci sui tasti bianchi e neri, di quel pianoforte antico. La musica superava le voci, oltrepassava i muri dei pensieri, faceva chiudere gli occhi, emozionava dando sussulti al cuore. Quell’amore era come una lettera vergata a mano, con una stilografica nuova perché desse valore e stile alle parole . Parole che pulsavano nelle vene di un giovane cuore, non sapevano di retorica, non erano dettate da ipocrite promesse. C’erano slanci di vita in quelle frasi, c’era l’entusiasmo di chi guarda con gli occhi belli ed ama con le ali libere del cuore.

Pubblicato inAmore

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *