Salta al contenuto

RITA

Rita,
perché te ne vai?
Perché te ne vai,
Rita?
Perché non rimani
con noi;
Perché non ridi più
Con noi?
Perché Rita?

Passano i giorni
E te ne stai lì:
muta e pensosa
in una stanza bianca
con un fiore,
un letto bianco…
Un letto d’ospedale,
una croce sopra
in legno.
Perché non sei a casa?

Non ci sono rimedi
è bianco anche il tuo
ultimo foglio,
dove ora scrivi a noi…
Perché Rita?
Ora sei triste,
guardi fuori;
guardi le rondini
ed il tuo sguardo,
si ferma sulle campane
della chiesa,
perché Rita?

Non ridi più,
non parli più,
non mangi più…
Non mi guardi più:
perché Rita?
Si scurisce il cielo,
arriva un lampo,
tu chiudi gli occhi
e ti aggrappi al mio
braccio.
Cos’è Rita?

Silenzio,
non ci sono parole;
per l’infamia crudele
che parla al vento…
Rumore,
passi all’altare,
non più per festa,
sul corridoio s’immagina.
Ecco arriva l’infame,
arriva il mestiere,
arriva colui,
con il camice bianco.

Pensa a te,
parla per te…
Perché Rita?
Ora si piange
nella sala già bianca
e si sporca di rosa
il tuo pizzo d’orato…
L’orlo del tuo bavero
Su cui v’è la tua testa,
sarà bianco,
color di festa!

Sei mesi,
lui ha detto,
sei mesi al fiore;
prato roseo di mille colori,
giace il tuo corpo
su campi di fiori…
Non capiamo le parole,
non riusciamo a fermare
la monotonia del
nostro, ancora incredulo,
dolore…

E perché Rita ridi?
Perché di sotterfugio
Vuoi nascondere,
al cuore?
Perché non legare alla luce
le nostre paure?
Perché Rita?
…E tu…
Tu come nulla,
sei vicina alla porta
non vuoi uscire ma
ne sei costretta!

Tu lo sapevi,
ne eri cosciente,
lo sai e non vuoi
far parte al naufragio.
Ma siamo assieme,
possiamo negare,
possiamo nuotare,
lottare nella speranza
e farlo ardimento…
Ma ora il tuo cuore
è stanco a lottare!

Un lampo, ancora!
Stavolta non ti sei più
aggrappata ma,
i tuoi occhi hanno fatto
coraggio ai miei:
tu a me…!

E ora, cosa rimane:
Rita, perché te ne sei andata?
Perché te ne sei andata?
Perché Rita?

15/03/’99

Published inPoesia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *