Salta al contenuto

Ritorno al passato

Adesso poi sfacciato come sei mi spunti
Nel bel mezzo di una sera
Tranquilla quiete di casalinga routine
Ti affacci con quello sguardo consueto
Che vuol apparire severo e truce
A me adesso fa sorridere, a quell’età ti
Atteggiavi al volante, in posa da vissuto viveur
M’arrivano come precise frecce, i messaggi
In codice che mi stai mandando
Mi sovvengono parole e situazioni di un passato che remoto non è
Quando tu eri il centro del mio mondo
Ed io per te ero il mondo.
Ti ho voluto così tanto, che adesso
Non ti vorrei più .

Pubblicato inAmore

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *