Salta al contenuto

Scena

“Un mondo
Soltanto adesso, io ti guardo
Nel tuo silenzio io mi perdo
E sono niente accanto a te”

 

Quanto sono nervosa, scorbutica a volte.
Quella rabbia che prende il sopravvento, incontenibile…
Così va la vita: in mezzo ai problemi, allo sconforto, ognuno reagisce come può, e anche secondo l’impronta che da quando è nato si porta dietro.
Sarebbe meglio piangere, forse, che lanciarsi come un toro scatenato, che vede solo rosso ma non sa dove va a parare, rischiando di ferirsi.
Mi lacero da sola, dunque, contro muri più resistenti di me. E tu taci…

Ma poi mi viene da ridere, a guardarti nel tuo mutismo, che fino a poco prima mi faceva letteralmente ribollire.
Scariche elettriche mi hanno tolto le forze, e ritorno quella di sempre.

Ritrovo il Mondo che da anni mi circonda.
Che mi osserva, aspetta e tira, infine, un sospiro di sollievo.

Ricominciamo a respirare, azzardiamo una parola, poi due… Sono sempre io a dire la prima…

Mi chiedi cosa io voglia mangiare, cosa puoi preparare.
Con cura scegli gli ingredienti, imperturbabile, e cominci a cucinare.

“Il mondo
Non si è fermato mai un momento
La notte insegue sempre il giorno
Ed il giorno verrà”

Quartine dalla canzone “Il mondo” di Jimmy Fontana.

foto di Robert Doisneau.

Pubblicato inAmore

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *