Salta al contenuto

Senza dignità

A passo di danza attraverso la stanza.
Una musica che ho nella testa mi fa procedere, verso di te.
Ti abbraccio sorridente, mentre canto, urlo quelle parole.
Ti invito ad alzarti, a ballare con me.
Dolce, il tuo profumo mi investe, e dondoliamo, avvolti dai nostri corpi.
Mi stringi, mentre le note, ora solo sussurrate, ci accompagnano.
Eravamo a quella festa, e tu non mi vedevi.
Come oggi, arrivai da te, e senza vergogna ti presi per mano.
Un lungo viaggio insieme, fatto di giorni pieni di una melodia senza tempo.
Come allora, mi trasporti.
La mia piccola faccia tra le tue possenti mani.
Suoni che volano dalle nostre labbra, che diventano sorrisi, e poi baci.
Ridiamo, felici, tra le giravolte della vita.

Ti ricordi quella canzone?
“Noi senza dignità
Oltre la montagna scopriamo l’amore
Qui, qui senza falsità
Noi ci amiamo come la mente non sa…”
(Da “Una notte speciale” di Alice).

Nell’immagine: quadro di Marc Chagall.

Pubblicato inAmore

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *