Salta al contenuto

Solo un ricordo

 

Un ricordo, solo un ricordo seduto su questa spiaggia di sassi e conchiglie. Si torna sempre da dove si è partiti, forse per sentire ancora l’odore del mare esplodere sotto l’impeto dei fulmini, forse per lavare l’ieri con gli spruzzi di queste onde. Forse per urlarsi tutte le giustificazioni per i rapidi passi in vite frettolose, per i canti di battaglie e per le inevitabili trincee difese intorno ad un unico fiore. Ti ho amato, come anche ora che stringo in mano tre conchiglie e due pezzi di vetro azzurro levigati da questo mare. Tu sei sempre stata una tenace radice su questa terra, hai protetto i tuoi semi con fronde ampie, hai regalato le tue piccole rughe al vento; sul tuo tronco è inciso un “ti vorrò sempre bene”. lo solo la parte liquida della tua esistenza, la mia… sempre rimproverata per le troppe correnti, per la voglia di mutare al mutare dei venti. Ma nella memoria più intima di quest’anima è inciso un “ti amerò per sempre”. Ora, in quest’epoca, sempre meno nostra, prima di donarti come ultimo ciocco a questo fuoco su una spiaggia di sassi e conchiglie, salta fuori dalla tua linfa e donati al volo di questa cicogna, potresti vedere che un ti voglio bene vale una terra, ma il ti amerò per sempre è mare che la circonda. Io sono solo un ricordo o l’illusione di esso su questa spiaggia, come sasso o conchiglia, ma in un sasso potrai immaginare il volto buffo di una vita e in una conchiglia potrai sentire un ti amerò per sempre.
(il Nautiere)

Pubblicato inAmore

Commenta per primo