Salta al contenuto

Sottosopra

Ho tutto sottosopra.
La mia vita è sottosopra. Dovrei mettere ordine . Ordine e pulizia. Prima ordinare e poi pulire! Tuonavano le nostre mamme. Metterei in fila tutti i cartoni riempiti di cose da eliminare, le povere cose inutili che ci ingombrano gli armadi e la mente. Che ci affollano i pensieri, ci impolverano le membra, che creano muffe intorno a noi. Quante cose dimenticate e quante da dimenticare, tutte quelle che gravano sul presente, riportandoci sempre indietro ad un passato pesante, insopportabilmente gravoso, faticoso. Eliminati questi vagoni di cartoni, che spingo a fatica lungo la discesa, finalmente li vedo rotolare giù come se si fossero svuotati, alleggeriti. Non fanno più parte di me. Passo alla pulizia.Armata di un grosso spazzolone mi accingo a strofinare le pareti di questa gabbia opprimente. Lavo via strati di risentimento, calcificazioni di falsità, morbosi ingiustificati attaccamenti, gelosie, dolori e peccati mortali. Come per magia tutto risplende di una luce cristallina, tutto può ricominciare.
Per me

Pubblicato inPoesia

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *