Salta al contenuto

Spine

La mia anima ha i muri scrostati
Imposte sgangherate che apro al mattino
Un davanzale che si affaccia sul mondo
Mi aspetto sempre qualche buona novella
Anche la ringhiera arrugginita si lascia abbracciare dal fico d’india, lei sopporta
Le sue spine in cambio di un cuore dolce
Un frutto morbido , rosso come l’amore.
E intanto non conto più le mie spine,
Potessi le cambierei con fiori incantevoli,
Che soli danno colore e armonia .

131
Published inAmore

Sii il primo a commentare