Salta al contenuto

Storia di Angelina

….,continua la Storia di Angelina
Dopo quell’incontro Angelina continua la sua vita di mamma, nella sua casa, senza presenza di uomo, come lei dice. Si confida con la sorella, le racconta di questi nuovi pensieri, di come sarebbe pronta ad una decisione, ma si ferma per i tanti dubbi, per la paura della reazione dei figli , per i pregiudizi della gente. La sorella la rassicura, ma la mette in guardia da incorrere in una brutta esperienza.Le consiglia di chiedere al parroco, lui la illuminerà. Angelina non decide nulla, lascia scorrere il tempo, per lei il tempo è la forza che fa vedere meglio le cose, con il tempo ogni cosa trova il suo posto. Passa un anno,
Angelina ha continuato la sua vita di sempre, i figli stanno , uno dopo l’altro, andando a vivere con le loro spose. Un pomeriggio d’estate Angelina va in centro per compere, camminando s’imbatte in una persona, un uomo . Si fissano, lei sembra riconoscerlo , a lui Angelina ricorda un volto noto. L’uomo si avvicina, è un bell’uomo dallo sguardo aperto, simpatico , la riconosce, la chiama per nome:Angelina! Sei tu! Angelina ha quella voce in fondo al cuore. Lui è Fulvio, il bimbo della Loretta, il suo compagno di giochi. Vicini di casa, nel quartiere degli edifici popolari. Una vita di privazioni, di stenti, ma famiglie unite nella sorte, buoni amici sempre pronti ad aiutare, a dare una mano.
Angelina è cresciuta qui, unica bambina tra cinque fratelli, sempre in movimento, corse nelle scale, giochi fino a sera. E Fulvio uno dei tanti bambini vivace, allegro e sempre con Angelina.Fulvio corre dalla mamma: Io mi sposo con Angelina! Loretta sorride, chissà il destino cosa deciderà. E adesso dopo tanti anni sono uno di fronte all’altra, Angelina rossa in volto , timida ma già diversa, come rinata e Fulvio che le tende le mani, ansioso di abbracciare quella donna esile. La prende in braccio e lei felice lo bacia. Angelina e Fulvio si ritrovano e si sposano di li a poco. Il sogno d’amore di due bambini si compie.

Pubblicato inDonne

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *